Hangover Festival - villa Cadè (RE) 26/06/09

Difficile dimenticare una performance cosi sobria e coinvolgente.
La brillante verve con cui abbiam saputo trasmettere pathos e ironia allo stesso momento.
Difficile da dimenticare le risa del nostro Volpini e gli sguardi persi del nostro Pacifico.
I commenti galiardi di Stefano e di Marco (Vergnani), instacabile e appassionato avventore di feste paesene.
Alle persone che forse saranno capitate apposta per noi, scrivo grazie.
E sottoscrivo anche che uno Sforza cosi sarà difficile rivederlo. Il fato ha voluto che proprio voi, dico voi siete stati testimoni di un fatto irripetibile (almeno spero).
Siete grandi, come me.

ps chi era presente e leggerà queste poche righe chiedo gentilmente di lasciare (se vuole) un piccolo commento
sulla serata nel mio Guestbook.
Cosi da immortalare, immortalarci... e rimanere Immortali.

 

visita il festival

 
Marco Sforza - 2007